Fondo di Sostegno al Reddito Credito Cooperativo – Ampliate le tutele per i lavoratori

Pubblicato da alex il

Dopo una lungo confronto all’interno del comitato amministrativo del Fondo, la Fabi e le altre organizzazioni sindacali hanno raggiunto ieri un importante risultato di particolare valore etico e sociale con i vertici di Federcasse: la possibilità di accesso alle prestazioni dell’assegno straordinario per esodi volontari con le maggiorazioni contributive a favore dei dipendenti non vedenti, non udenti e con invalidità superiore al 74%.
«Il percorso per arrivare a questo risultato è stato lungo e a tratti complesso» ha dichiarato Mario Nava dirigente Fabi Presidente del Comitato amministratore del Fondo di solidarietà del Credito Cooperativo.
«Grazie anche al rinnovo delle cariche finalmente il tema è entrato a pieno titolo nell’agenda delle priorità, e nella seduta del 25 novembre 2021 – ha continuato il Presidente Mario Nava – il Comitato ha dato l’incarico agli uffici preposti dell’INPS di redigere una bozza di delibera da sottoporre al Comitato stesso circa le maggiorazioni utili sia per l’accesso alla pensione per i soggetti non vedenti, non udenti o con invalidità superiore al 74% sia per la determinazione esclusivamente nel caso dei soggetti non vedenti dell’importo dell’assegno da erogare».
Il Fondo di Solidarietà per il sostegno dell’occupabilità e dell’occupazione del Credito Cooperativo, istituito con accordo quadro tra organizzazioni sindacali e Federcasse nel 28 febbraio 1998 e reso esecutivo con il decreto ministeriale aprile 2000) ha lo scopo di intervenire con misure di tutela per tutte le Lavoratrici e tutti i Lavoratori coinvolti in processi di ristrutturazione, crisi aziendali, processi di riduzione degli organici o trasformazioni di mansioni.

Roma, 28 luglio 2022​

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [473.56 KB]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.