FABI TV


Servizi & Tempo Libero

FabiBcc QR Code

Mondo BCC

Agenda Sindacale

<< Mag 2018 >>
lmmgvsd
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Fondo Occupazione Cr. Coop.

Guide Pratiche

Giurisprudenza Flash

Centro Servizi CAAF

alex

Federcasse – Pubblicate le Disposizioni di Vigilanza sulle BCC

Con la pubblicazione delle Disposizioni di Vigilanza sulle Banche di Credito Cooperativo, emanate dalla Banca d’Italia il 22 maggio, si completa formalmente il quadro normativo primario e secondario relativo alla riforma del Credito Cooperativo italiano, definita con la legge n. 49/2016.

Dopo gli interventi di modifica sul Testo Unico Bancario e le Disposizioni di Vigilanza della stessa Banca d’Italia dedicate al nuovo istituto del Gruppo Bancario Cooperativo, le nuove Disposizioni vanno ora a disciplinare l’attività delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen che aderiranno ai costituendi Gruppi Bancari Cooperativi, disciplinando temi rilevanti quali le azioni, l’acquisto della qualità di socio, la competenza territoriale, l’operatività prevalente con i soci e l’operatività fuori zona, le attività esercitabili, le modifiche statutarie e le trasformazioni.

L’intero quadro normativo compone, nel suo insieme, un disegno riformatore del tutto originale e conferma il valore primario della mutualità bancariaincarnata nell’azione quotidiana delle BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen. Lo stesso Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, ancora di recente aveva ribadito come la riforma “presenta tratti fortemente innovativi anche nel confronto con gli altri Paesi europei” ed ha lo scopo di consentire alle BCC e Casse Rurali di “continuare a sostenere l’economia reale preservando i valori della cooperazione e della mutualità”.

Le nuove Disposizioni di Vigilanza accolgono in diversi punti le indicazioni che Federcasse aveva espresso, nell’ambito delle Consultazioni avviate dalla stessa Banca d’Italia, in un “Position Paper” definito sulla base di un ampio processo di condivisione con le componenti del sistema del Credito Cooperativo, sin dallo scorso autunno.

Trovano, in particolare, specifico accoglimento le osservazioni relative:

  • all’estensione della competenza territoriale delle BCC, rivista in un’ottica di maggiore flessibilità organizzativa;
  • alla operatività con non soci e fuori dalla competenza territoriale, per tenere conto della rilevanza che assumeranno, nei nuovi Gruppi Bancari Cooperativi, le esposizioni infragruppo nell’ambito dei meccanismi di gestione della liquidità e di garanzia reciproca, pur salvaguardando le forme di impiego in essere alla data di entrata in vigore delle Disposizioni;
  • ai soggetti che possono sottoscrivere le “azioni di finanziamento”, esplicitando anche i sistemi di garanzia istituiti tra Banche di Credito Cooperativo;
  • alla non retroattività del nuovo requisito dimensionale necessario per l’apertura di sedi distaccate.

Per il Presidente di Federcasse Augusto dell’Erba, “giunge a termine un iter normativo complesso che ha impegnato le Autorità e il Credito Cooperativo in un confronto costante ed approfondito che ha consentito di ottenere un quadro normativo in grado di rendere più competitive le BCC senza snaturarne l’essenza cooperativa e mutualistica”.

“Per tale ragione – ha detto ancora dell’Erba – valutiamo favorevolmente il quadro normativo complessivo. La sfida sarà ora quella di attuare nel modo più coerente e lungimirante possibile la riforma di un settore dell’industria bancaria che nel 2017 ha erogato 25 miliardi di nuovo credito a famiglie imprese (con un ammontare complessivo di 131 miliardi di impieghi) e ha confermato una capacità di raccolta prossima ai 160 miliardi”.

Cassa Mutua Nazionale – Le domande più frequenti

Un breve manuale nel quale abbiamo raccolto in maniera organica, utilizzando le riposte dal sito di CMN, le principali FAQ che interessano la nostra cassa sanitaria


(Contiene 1 allegato.)

Fabinforma. Privacy. Niente privacy se il dipendente si autotutela

La registrazione di conversazioni effettuate sul posto di lavoro da parte di un dipendente all’insaputa dei colleghi non costituisce condotta suscettibile di sanzione disciplinare se il lavoratore ha assunto tali iniziative per esigenze di tutela dei propri diritti…

Fonte Il Sole 24 ore – Articolo a firma Giuseppe Bulgarini d’Elci – 11.05.2018


(Contiene 1 allegato.)

Fondo Pensione Nazionale – Informativa FABI su Bilancio, Switch e Area Iscritti

Approvato il Bilancio 2017, con rendimenti NETTI del … Rinviata la possibilità di switch tra comparti, prevista per il corrente mese di maggio.


(Contiene 1 allegato.)

Fabinforma. Licenziamenti. Attenti al post, può costare il lavoro

 A volte può bastare un post – o anche un tweet – per essere licenziati. Ma altre volte, invece, i dipendenti troppo “disinvolti” nel citare sui social network il datore di lavoro o i colleghi vengono “salvati” dai giudici. Negli ultimi anni sempre più spesso l’utilizzo dei social network sui luoghi di lavoro è entrato nelle aule dei tribunali, con risultati non sempre scontati né uniformi. Se infatti la partita si gioca spesso sul filo del diritto di critica, le interpretazioni rischiano – a volte – di essere soggettive. 

Articolo tratto da Il Sole 24 Ore – a firma di Marisa Maraffino del 19 marzo 2018


(Contiene 1 allegato.)

BCC di Roma – Accordo che eroga l’integrazione economica della solidarietà difensiva agli ex BCC Padovana

Sottoscritto con la BCC di Roma l’accordo  che garantisce alle lavoratrici e ai lavoratori dell’ex Banca Padovana l’erogazione dell’importo relativo alla solidarietà. Come noto, le somme relative alla stessa, erano state liquidate solo parzialmente …

All.to comunicato delle OO.SS. e testo dell’accordo


(Contiene 2 allegato.)

Fabinforma. Handicap. Provvidenze annuali per i disabili 2017

Riferimenti: CCNL – Articolo 88 e CIR Federlus – Articolo 11. Contributo annuale, corrisposto dalle aziende entro il mese di giugno, per i familiari fiscalmente a carico portatori handicap che dal 2010 è stato portato a € 2.500,00 con il nuovo CIR.
Allegato facsimile domanda

 


(Contiene 1 allegato.)

Fabinforma – Malattia – Nuovo Regolamento Visite Fiscali 2018

Il decreto n. 206\2017, fa entrare in vigore dal 2018 il nuovo regolamento sulle visite fiscali, e sulle modalità di accertamento delle assenze dal servizio. Le novità riguardano la possibilità di effettuare visite fiscali con controlli a ripetizione(anche due volte nello stesso giorno negli orari di reperibilità)soprattutto a ridosso del fine settimana o in prossimità delle feste…


(Contiene 1 allegato.)

Cassa Mutua Nazionale. Vacanze all’estero

Cassa Mutua Nazionale e vacanze all’estero


(Contiene 1 allegato.)

Cassa Mutua Nazionale – Modalità di rimborso – Istruzione operative

Riportiamo la comunicazione integrale di CMN – da leggere con attenzione

In attesa della realizzazione della richiesta di rimborso ON-UNE, attraverso il portale web della Cassa Mutua Nazionale, le richieste di rimborso relative a spese sostenute nell’anno 2018 potranno essere trasmesse anche a mezzo E-MAIL, con le seguenti modalità: …


(Contiene 1 allegato.)